GUERRA ELETTRONICA: ECHELON il grande orecchio – Ep.2

Echelon è un potente strumento di sorveglianza delle comunicazioni che, in palese violazione della privacy, ci sorveglia costantemente. Questo strumento, in grado di controllare miliardi di comunicazioni in tutto il mondo.

Echelon (parola di origine francese, in italiano scaglione).

Il progetto risale al 1947, anno in cui si ha notizia dei primi accordi segreti tra Stati Uniti e Gran Bretagna. Successivamente hanno aderito all’iniziativa la Nuova Zelanda (dal 1989), il Canada e l’Australia. Il progetto (sembra sia denominato ufficialmente “progetto 14”) è stato sviluppato e coordinato dalla NSA americana (National Security Agency) e diventato operativo negli anni ’80. Oggi i fruitori/utenti di questo sistema sono: la NSA (U.S. National Security Agency), il Government Communications Security Bureau (GCSB) della Nuova Zelanda, i Government Communications Headquarters in Gran Bretagna (GCHQ), il Communications Security Establishment in Canada (CSE) e il Defence Signals Directorate in Australia (DSD).

Questo sistema è in grado di effettuare circa tre miliardi di intercettazioni ogni giorno (comunicazioni satellitari, email, telefonate, fax, etc.) sulle quali successivamente opera tramite dei filtri per estrapolare quelle ritenute “interessanti”,  i filtri effettuano una ricerca delle cosiddette “keywords” (parole chiave) sul contenuto delle intercettazioni.

L’ex dipendente della NSA Margaret Newsham ha sostenuto di aver lavorato alla configurazione e all’installazione di software che costituisce il sistema ECHELON mentre lavorava alla Lockheed Martin, dal 1974 al 1984 a Sunnyvale in California e a Menwith Hill in Inghilterra. In quel periodo, secondo Newsham, il nome in codice Echelon era anche il nome della rete dei computer della NSA. Lockheed lo chiamò P415. I software del programma erano chiamati Silkworth e SIRE. Un satellite chiamato Vortex serviva per intercettare le informazioni.

Echelon: la sua estensione Carnivore

Dopo l’ 11 settembre 2001, gli Stati Uniti hanno potenziato le loro attività di sorveglianza elettronica sia tramite nuove proposte di legge (Patriot Act, MATA (Mobilization Against Terrorism Act), etc.) sia potenziando le attività di Echelon e Carnivore. Il suo compito è quello di monitorare il traffico delle e-mail e di altre forme di comunicazione, intercettandole ed acquisendole. 

Echelon in Italia

In Italia la notizia dell’esistenza della rete di monitoraggio globale Echelon è stata oggetto di un’inchiesta del giornalista Claudio Gatti pubblicata sul n. 12 del settimanale economico Il Mondo del 20 marzo 1998. Quarantadue giorni dopo, il Capo del Governo Romano Prodi ha risposto in Parlamento ad una interrogazione dell’onorevole Mimmo Carratelli del Partito Popolare Italiano sostenendo che il Governo italiano non era a conoscenza dell’esistenza di tale sistema di intercettazione

(Camera dei Deputati seduta nr. 346 del 24 aprile 1998).

Visited 13 times, 1 visit(s) today
Category: DOCUMENTARI, ECHELON
About The Author
-