Il retroscena delle rivelazioni sugli UFO: IL PADRE DELLA DISCLUSURE

ESISTE UN LATO OSCURO DEL PROGETTO DI RIVELAZIONE SU UFO ED EXTRATERRESTI, DI CUI MOLTI IGNORANO L’ESISTENZA.

Potenzialmente, tutti possiamo essere condizionati o condizionabili. Tutto contribuisce a plasmare la nostra identità e fare di noi ciò che siamo quanto a modo di pensare e di agire. E se ti dicessi e dimostrassi che fu un filantropo con vari contatti governativi di alto livello, per rilasciare ufficialmente tutta la documentazione del governo relativa al fenomeno UFO alla fine degli anni ’90?

ACCENNI DI CRIMINOLOGIA

La strategia utilizzata per arruolare nuove forze si basava e si basa su un serrato proselitismo che mira a sedurre il futuro adepto, il quale si caratterizza di solito per un profondo bisogno di trovare delle risposte a domande esistenziali. Esperimenti di psicologia sociale sono stati condotti per far luce sui modi in cui le persone possono essere influenzate, sia come gruppi sia come individui. Questi studi hanno dimostrato l’incredibile potere “delle tecniche di modificazione comportamentale, del conformismo e dell’obbedienza all’autorità”: tre fattori determinanti, noti come “processi di condizionamento.

Già i sociologi Gabriel Tarde e Gustave Le Bon avevano indagato il motivo per il quale, quando gli individui si radunano in folle, tendono a far funzionare meno le proprie capacità intellettuali, manifestando comportamenti uniformi tanto da far pensare a una sorta di unità mentale collettiva. Essi sostenevano che una persona dotata di particolare fascino e prestigio sarebbe riuscita a dirigere il senso di tale suggestione in modo da controllare le coscienze degli individui e da neutralizzare la razionalità dei singoli, che frena e inibisce il comportamento in situazioni individuali, attraverso un consenso, apparentemente spontaneo, con la volontà del gruppo o del leader.

UN ESEMPIO APPLICATO ALL’ UFOLOGIA

L’ impressionante storia del culto di Heaven’s Gate. Molti degli affiliati si erano auto-mutilati come fase del processo di purificazione. Il leader del gruppo, il sessantaseienne Marshall Applewhite, aveva convinto i suoi seguaci ad una “volontaria uscita dal corpo”, come fase del loro percorso spirituale. In accordo con i loro principi dottrinali, essi non stavano causando la loro prematura morte, ma piuttosto si stavano liberando del loro “contenitore fisico”, al fine di raggiungere il “Prossimo Livello Evolutivo”. Cosicché ogni membro attivo del gruppo si era suicidato affinché un #UFO, che si trascinava dietro la cometa di Hale Bopp, avrebbe potuto trasportarlo nel “Regno di Dio”.

IL VIDEO NON PARLERà DI QUESTO, ma dei personaggi che si celano dietro a uno dei più grandi esperimenti di massa, su vari livelli, in cui ogni pedina della scacchiera ha ruoli molto importanti e decisivi , dopo la visione dei video, capirai anche il perchè ho fatto queste premesse di criminologia.

Visited 22 times, 1 visit(s) today
Category: Disclusure ufo
About The Author
-